Background Patterns

Risultati: chi ha partecipato



VISITA 960X220
        blank3
          14 scuole, 90 classi e 1985 studenti coinvolti
            65 cicli di incontri, 195 lezioni visite workshop
            blank34Nel corso dell'anno scolastico 2013-14 hanno partecipato al progetto licei artistici, classici, scientifici e linguistici: 7 scuole, 16 cicli e 48 incontri seguiti da 18 classi. Hanno scelto "la città cambia, e noi?" la Deutsche Schule Mailand, il Liceo Artistico Statale di Brera, il Liceo Scientifico dell'Istituto Maria Ausiliatrice, il Liceo Artistico Orsoline, il Liceo Linguistico e il Liceo Scientifico Leopardi, il Liceo Scientifico Bottoni, il Liceo Linguistico e il Classico-Scientifico dell'Istituto di Cultura e Lingue Marcelline di Piazza Tommaseo.
              Nell’ anno scolastico 2014-2015 hanno aderito al progetto 11 scuole, con 20 cicli e 60 incontri seguiti da 25 classi. Hanno partecipato l’Istituto Statale Argentia, il Liceo Artistico Statale Boccioni, il Liceo Scientifico Bottoni, il
                Liceo Artistico Statale di Brera, il Liceo Artistico Musicale e Coreutico Felice Casorati di Novara, la Deutsche Schule Mailand, il Liceo Linguistico e Scientifico Europa, il Liceo Artistico Fondazione Sacro Cuore , il Liceo Linguistico e il Liceo Scientifico Leopardi, l’Istituto Tecnico Statale Enrico Mattei, il Liceo Artistico Orsoline di San Carlo, Liceo Scientifico Statale Cavalleri e molte di loro hanno continuato a collaborare con noi fino ad oggi.
            24 "Forme dello spazio", 12 "I ritmi della città"
              29 "Tracce di futuro", 12 cicli ad hoc
              blank34La versatilità dei tre cicli tematici e il mix di forme didattiche si sono dimostrati efficaci: hanno consentito di armonizzare il progetto sia all’interno dei diversi indirizzi scolastici, sia del programma e dell'approccio didattico dei professori che hanno inserito gli incontri nel proprio insegnamento.
                Gli studenti hanno acquisito o affinato, a livelli diversi rispetto alle conoscenze di partenza, strumenti critici per leggere lo spazio e cogliere le relazioni tra nuovi interventi e nuove modalità di abitare i luoghi della loro città.
                  Al termine degli incontri, per verificare le capacità di lettura critica acquisite, a seconda della proposta scelta, i ragazzi sono stati coinvolti in un concorso fotografico, nella realizzazione di un video/testo/elaborato grafico/fotografia o impegnati a vestire i panni dei "giurati" di alcuni tra i più importanti concorsi di architettura banditi a Milano.
                    Alcune classi hanno proseguito il percorso con un’esercitazione o un progetto ad hoc, i cui esiti sono valutati dagli insegnanti anche coinvolgendo le docenti di atelier mobile a scuola, oppure lo hanno inserito all'interno di percorsi di Alternanza Scuola Lavoro.

                blank2