Background Patterns

Proposta 3 ” Tracce di futuro”



Tre incontri di due ore ciascuno, per un massimo di due classi insieme, in orario didattico o quale attività pomeridiana. Workshop in aula o visita ad una nuova realizzazione da concordare con gli insegnanti.
    Torna all' INTRODUZIONE DEI TRE CICLI DI INCONTRI →
      blank3L'architettura costruita è l'esito di una scelta, fatta di metodo, poetica e visione civica, che si muove tra senso della storia e innovazione. Esiste "un'innovazione adatta ai luoghi" perché capace di dialogare con la cultura architettonica e urbana che hanno scritto la storia della città presente.
        Le nuove architetture, idee di città costruibili e brani di città future, si realizzano a partire da una realtà concreta, fatta di contaminazioni ed eredità culturali, spesso lontane nello spazio e nel tempo; intervengono su un patrimonio non solo geografico e sociale, ma anche culturale e architettonico nel quale devono trovare radici per poter essere opere inedite e autentiche.
          Gli studenti sono invitati a leggere e separare gli"strati" di questo denso patrimonio, che è memoria viva: memoria in cui il progetto seleziona gli strumenti per generare trasformazioni dello spazio capaci di cambiare il nostro modo di abitare la città. Le recenti trasformazioni di Milano sono l'esito di scelte capaci di ridefinire problemi, ruoli e significati dei suoi spazi?
            Il ciclo di incontri parte con l'esperienza diretta della lettura in situ di un importante edificio di recente realizzazione o in fase di costruzione, esito di un concorso internazionale di architettura.
              Si confrontano poi criticamente gli effetti che le diverse proposte degli architetti partecipanti avrebbero generato nella città, ponendo l'accento sul processo che porta dall'idea all'opera.
                Cultura e opere degli stessi progettisti offrono l'occasione per allargare lo sguardo ad altre architetture in altre città del mondo che diventano parte della storia su cui si fonda il progetto.
                  Le architetture da cui questo ciclo di incontri prende l'avvio individuano temi e questioni rilevanti a partire dalle quali è possibile immaginare una nuova prospettiva di trasformazione della città e dei suoi spazi.
                    Esse esprimono le mutate condizioni del "fare architettura" che il passaggio al XXI secolo ha segnato e insieme la "natura" profonda del mestiere dell'architetto: l'intenzione, la poetica, la costruzione di "impalcature per la vita" capaci di accogliere, sorprendere ed emozionare.
                      blank3
                      Forme didattiche
                      Primo incontro
                        Workshop di lettura, "esperienza" dell'architettura nella città e itinerario tra le tracce del suo "radicamento".
                          Secondo incontro
                            Lettura comparata, con immagini e video, delle diverse proposte concorsuali con il coinvolgimento diretto degli studenti. Dibattito conclusivo.
                              Terzo incontro
                                "Prove" di un possibile concorso su uno spazio della città (workshop in aula o sull'area da concordare).
BOCCONI-GEN2013 064COLORE1BN