Background Patterns

Chi



Veronica Scortecci, Francesca Battisti, Margherita Sala, Chiara Scortecci, promotrici del progetto "La città cambia,e noi?", vogliono portare a Milano un’iniziativa formativa già avviata all’estero con successo, finalizzata ad avvicinare i giovani cittadini all’architettura contemporanea e ai nuovi spazi della città e a risvegliare in loro la curiosità e l'attenzione per lo spazio in cui vivono.
blank3
Le curatrici
Veronica Scortecci, Francesca Battisti, Margherita Sala, Chiara Scortecci, architetti, hanno maturato una lunga esperienza nella gestione di progetti a diverse scale e gradi di complessità, in Italia e all'estero, nella didattica e nella ricerca universitaria, e rivolgono grande attenzione ai temi che sono al centro del dibattito della cultura architettonica contemporanea e alle trasformazioni in corso a Milano, la loro città.
    Condividono con l'associazione atelier mobile, della quale fanno parte dal 2013, l’interesse per lo spazio pubblico, la promozione di un suo uso critico, consapevole e attivo.
      Nel 2013 all'interno di atelier mobile aprono la sezione "atelier mobile a scuola" rivolta alle scuole secondarie superiori.
atelier mobile
atelier mobile, associazione non profit nata nel 2012 e scuola nomade di architettura, riunisce architetti, designer e laureandi. I membri di
    atelier mobile hanno esperienze di docenza, di organizzazione e partecipazione a workshop, presentati e pubblicati in Italia e all'estero.
      Attiva sul territorio, attraverso la formula del laboratorio ha realizzato piccoli interventi urbani progettati e costruiti dagli studenti per rispondere a un'esigenza di una comunità o di una pubblica amministrazione e a realizzare una piccola architettura che valorizzi uno spazio pubblico: semplice, flessibile, reversibile, riciclabile. Un approccio pragmatico e a volte poetico, centrato sulla possibilità di definire e appropriarsi dello spazio pubblico con interventi leggeri.
Ordine degli Architetti di Milano
"La città cambia, e noi?" è un progetto patrocinato dall'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano, che ha dato supporto logistico, organizzativo per tutti gli aspetti della comunicazione e culturale attraverso i contenuti delle sezioni "Milano che cambia" e "Itinerari".
    Il progetto si allinea infatti alla missione istituzionale dell'Ordine e ne interpreta una nuova e coerente linea di azione per avvicinare architetti e società.
      Le sezioni dell'Ordine degli Architetti "Milano che cambia" e "Itinerari" offrono da anni a tutti gli interessati ai mutamenti in corso a Milano e agli appassionati di architettura contemporanea strumenti e materiali di approfondimento, dei quali il progetto "la città cambia, e noi?", si avvarrà nell'organizzazione dei suoi workshop.